Sociable

Segnalo:

Cerca nel blog

Twitter

Chi sono:

La mia foto
Nato a gennaio del 1974 a Carpi, diplomato presso l’istituto G. Vallauri, si iscrive a Storia Contemporanea a Bologna. Ha svolto attività ricreative con l’Arciragazzi organizzando campi gioco e soggiorni estivi. Nel 1994 viene nominato segretario della Sinistra Giovanile, incarico che ricopre fino al 1997. Nel 2000 viene nominato responsabile organizzativo dei Ds, tre anni dopo viene eletto Segretario cittadino dei Democratici di Sinistra, carica che riveste fino alla fine del 2006. In Consiglio comunale ininterrottamente dal 1995 è stato capogruppo (anche nel consiglio delle Terre d'argine. Sposato con Valeria, ha un bambino, Giacomo, di tre anni. Nella Giunta Campedelli: Assessore con delega per le seguenti materie: Pianificazione Urbanistica – Edilizia Privata – Servizi Ambientali ed Energetici.

Blog Archivio

domenica 4 luglio 2010
mi sono spostato da blogspot a wordpress
il mio nuovo indirizzo è
http://simonetosi.wordpress.com

venerdì 2 luglio 2010

Non pericolose per l’uomo, tecnici comunali allertati

In diverse zone della nostra città, in seguito al caldo che si sta manifestando in questi giorni, vengono da più parti segnalati disagi conseguenti all’invasione delle abitazioni ad opera di un piccolo insetto denominato Arocatus melanocephalus, comunemente noto come cimice dell’olmo. Si tratta di un piccolo insetto che, da alcuni anni, nel periodo estivo, si porta verso i muri delle case ed entra nelle abitazioni attratto da condizioni microclimatiche più favorevoli per superare la calura estiva. Le infestazioni di questa cimicetta sono di norma associate alla presenza di olmi negli ambienti circostanti gli edifici.

Infatti, all’inizio della primavera, gli adulti della cimice si trasferiscono dai ricoveri invernali agli olmi dove, in corrispondenza degli ammassi di frutti, si accoppiano e depongono le uova. Sempre nei frutti si sviluppano gli stadi giovanili quindi, raggiunto lo stadio adulto (indicativamente dall’inizio di giugno), le cimici abbandonano l’olmo e si disperdono nell’ambiente alla ricerca di ripari. In questa fase si possono ritrovare gli insetti su vari alberi (querce, sotto le placche della corteccia dei platani, frutti di conifere, anfratti della corteccia delle robinie, ecc.) e nelle abitazioni.

Va ricordato che Arocatus melanocephalus non rappresenta un pericolo per l’uomo e gli animali domestici: non punge e non veicola alcun patogeno. Tuttavia, la presenza massiccia e continua di gruppi di adulti negli appartamenti (nei battiscopa, nei serramenti, all’interno degli arredi quali mobili della cucina e letti), unita alla capacità dell’insetto di emettere un odore sgradevole quando è molestato, determinano allarme e preoccupazione tra i cittadini. E’ sconsigliato in ogni caso l’impiego indiscriminato di insetticidi ad uso domestico, in quanto pericolosi per la salute delle persone ed inutili al fine di contenere le infestazioni.

Questo fenomeno deve essere affrontato con un approccio integrato che preveda: la raccolta ed eliminazione dei frutti caduti a terra, la chiusura di eventuali crepe, installazione di zanzariere, ecc.

“I tecnici comunali preposti alla gestione e manutenzione del verde stanno effettuando sopralluoghi e monitoraggi nei siti in cui è segnalata la presenza di quest’insetto - spiega l’assessore all’Ambiente Simone Tosi - valutando di volta in volta l’opportunità di un trattamento con prodotti fitosanitari a bassa tossicità per l’uomo da effettuare sulla chioma degli olmi.”


Venerdì 2 luglio al Centro sociale anziani Due Ponti

Venerdì 2 luglio alle ore 21 i residenti del quartiere Due Ponti sono invitati alla presentazione del progetto della nuova pista ciclabile che unirà la zona ad est della città con il centro storico. L’incontro si terrà al Centro sociale anziani Due Ponti di via Seneca. Parteciperanno all’assemblea gli assessori all’Ambiente e ai Lavori Pubblici Simone Tosi e Carmelo Alberto D’Addese oltre ad Antonio Morini responsabile Infrastrutture del Comune.

giovedì 1 luglio 2010

Oltre 600 piante per i lieti eventi del 2009

Prosegue l'iniziativa promossa dall'assessorato alle Politiche ambientali e dal Servizio Verde Pubblico del Comune di Carpi che collega il lieto evento dell'arrivo di un bambino a un concreto impegno per l'ambiente, sulla scia della legge 113 del 1992. Stanno infatti arrivando ad ogni famiglia nella quale sia presente un bambino nato nel 2009 le lettere che ricordano come l’amministrazione comunale stia piantando un albero per ognuno dei nuovi nati in città, 641 l’anno scorso. La zona interessata è l’area di riforestazione che si trova tra Fossoli e San Marino, tra via Martinelli e via Remesina Esterna. Le piante prescelte sono aceri, pioppi e olmi, oltre a viburni, nocciòli e pruni.

L'intento è quello di sensibilizzare tutti, cittadini e amministratori, sul tema della qualità dell'ambiente e più complessivamente sulla qualità della vita per una città sempre più verde. “Sui temi ambientali ed in particolare sulla valorizzazione e tutela del patrimonio verde della città questa amministrazione si caratterizzerà attraverso una serie di iniziative che vedranno coinvolgeranno di diversi soggetti” dichiara l’assessore comunale all’Ambiente Simone Tosi, che conclude affermando che “questa iniziativa è da diversi anni che vede impegnate le nostre amministrazioni ed è con decisione che continueremo questa tradizione”.

[fonte: www.carpidiem.it]